Le origini dei nodi celtici risalgono al cinquecento d.C.; li ritroviamo inizialmente come elementi decorativi su libri sacri, e poi utilizzati negli anni da diverse correnti artistiche per decorare architravi, pietre o croci. Oggi vengono utilizzati per realizzare originali e insoliti bijoux come orecchini, collane e ciondoli.

Esistono numerosi modelli di nodi celtici, ognuno con un significato e un nome proprio; alcuni esempi sono il “nodo di Iona”, che rappresenta la pace interiore e il “nodo dell’amante”, che rappresenta l’eternità della vita o ancora il “nodo della rosa di pruno”, che rappresenta la forza della natura e così via.

Il nodo celtico è anche detto nodo eterno per la sua caratteristica di non avere né un inizio né una fine, un nodo interrotto che si ispira al mondo zoomorfo.

Nella gallery vediamo immagini che rappresentano schemi per la realizzazione di nodi celtici e bijoux realizzati con nodi celtici e materiali vari. Abbiamo, ad esempio, una collana in bianco e nero realizzata con corde e cordoncini e una collana turchese creata con tessuto e perline e che rappresenta il “nodo di tyrone”, un trifoglio le cui foglie rimandano alle forze della natura – terra, aria e acqua – e le linee che si intrecciano indicano la forza dell’amore e dell’amicizia.
Nelle immagini vediamo anche nodi celtici rappresentati in un paio di orecchini, in un ciondolo e in una ricchissima collana realizzata interamente con delle perline.

Cosa aspetti? Crea anche tu il tuo bijoux con un nodo celtico!!

Categoria

Senza categoria

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*