Le collane di stoffa e perle sono gioielli che non passano inosservati.

La combinazione di tessuti diversi, cristalli, gemme e perline è davvero azzeccata e può essere usata per realizzare bijoux per il look di tutti i giorni, gioielli più elaborati per le occasioni speciali o addirittura degli accessori scultorei simili a delle vere e proprie opere d’arte.

Volete delle collane di stoffa e perle per la stagione invernale? Potete scegliere delle stoffe più pesanti, come velluto, lana o feltro di colori non troppo sgargianti da abbinare a cristalli trasparenti e perline dorate, argentate o in tinte analoghe a quelle dei tessuti, ma non dimenticate che nulla vi vieta di introdurre pizzo, tulle, raso o seta. Per l’estate, invece, lasciatevi prendere la mano dal colore e sperimentate abbinamenti più arditi. Se preferite collane che si adattino comodamente a tutte le stagioni, andrete sul sicuro scegliendo colori tenui, come il beige, il rosa pallido e il bianco, oppure il nero che, come si sa, sta bene sempre e con tutto.

I modelli più semplici di collane di stoffa e perle sono quelli che utilizzano uno o più nastri di raso nei quali vengono infilate normalmente le perline, poi fermate con dei nodi o separate l’una dall’altra con delle perline più piccole o dei gancetti per bigiotteria.
Un’altra possibilità può essere quella di acquistare delle grosse perle economiche, per esempio di legno, e ricoprirle con la stoffa del colore e del materiale di vostra scelta, anche usando vecchi scampoli o tessuti di scarto.
La stoffa può andare a costituire anche la base di un medaglione da comporre cucendo tante perline l’una vicina all’altra; nella fotogallery, troverete alcuni esempi di questi modelli, probabilmente tra i più appariscenti.
Infine, è possibile anche usare la stoffa come complemento anziché come materiale di base; in che senso? Create una normale collana di perline e realizzate un fiore, una farfalla, un fiocco o un altro particolare di stoffa che vada ad arricchirla completandola.

Categoria

Senza categoria

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

1 Commento